Crea sito

Roots! n.60 dicembre 2020

Shame On Youth!-Human Obsolescence

Autore: Shame On Youth!

Titolo: Human Obsoloscence

Anno: 2020

Genere: hardcore, glam, punk, trash-metal  

Città: Bolzano

Componenti: Tomas Menapace (chitarra, voce), Matteo Cova (basso, voce), Georg Pomarolli (chitarra voce), Federico Splendore (batteria)

Etichetta: Go Down Records

Formato: digitale

Sito web: https://www.facebook.com/shameonyouth

Shame On Youth!-Human Obsolescence

by Simone Rossetti

Ormai lo sapete bene, qui su Roots! non ci sbilanciamo in lodi sperticate né tantomeno ci teniamo a pubblicizzare o compiacere nessuno, parliamo di musica e la consigliamo, soprattutto al di la dei propri gusti personali; premessa necessaria per introdurvi all’ascolto di questo primo album degli Shame On Youth!, si, perchè una considerazione la dobbiamo fare subito, questo Human Obsolescence vi sorprenderà, motivo? È rock, quello che un pò abbiamo dimenticato o rimosso perchè “fuori tempo”, un suono “out”, non adatto a questi tempi plastificati e lontano dai bisogni delle nuove generazioni, questo almeno è quello che ci raccontano e chi ci vogliono far credere; non è così e questo album è qui a dimostrarlo, che poi possa piacere o meno è un altro paio di maniche (come amiamo ripetere i gusti sono gusti), una miscela ben equilibrata di hardcore, primo trash-metal anni 80, profumi glam-rock, attitudine punk fino ad un più classico rock’n roll, il tutto ottimamente suonato e registrato (in presa diretta); mai un calo compositivo ma anche se qua e la dovesse affiorare non è questo quello che conta, è l’insieme, l’approccio, il feeling giusto, e qui vi assicuriamo che non manca; Tomas Menapace alla chitarra e voce, Matteo Cova al basso, Georg Pomarolli alla seconda chitarra e Federico Splendore alla batteria, album fresco fresco di stampa (novembre 2020) pubblicato per la Go Down Records in formato digitale, bene, lasciate perdere le chiacchiere ed immergetevi nei suoni distorti e dissonanti di scuola hardcore della prima traccia Got No Choice, ma attenzione perchè da un hardcore iniziale si passa velocemente ad un refrain nel più classico trash-metal di stampo ottantiano, sezione ritmica devastante, riff delle chitarre che si rincorrono senza tregua destrutturando generi e stili, semplicemente perfetta, è un sogno? È una casualità? No, questi ragazzi suonano rock e lo sanno fare estremamente bene; riff potenti introducono The Show Must Go Wrong ma le dissonanze tradiscono un approccio hardcore di scuola anni 80, poi cori metal ed un crescendo che esplode nel refrain, si passa alla più trash Seed con un intermezzo che si apre su vette altissime, un pezzo che lascia il segno così come anche la successiva Mr. Crasher, un metal-punk che ci riporta indietro di 40 anni ma l’approccio è attualissimo ed è questo a fare la differenza fra ieri e oggi, A Bunch Of Crap (I Don’t Care About) è un altro grande pezzo capace di muoversi fra intuizioni anni 70, riff grunge ed echi hardcore, si pesta duro ma c’è anima e sudore in ogni singola nota; Uniform è un altro brano di potenza devastante che spazia senza nostalgia fra hardcore e metal e lo stesso si può dire per la bellissima Fluke Of Faith o la più glam-punk Premium 9,99, infine a chiudere l’album spetta a Demons Are Right, forse la più “scontata” ma non meno trascinante. Album perfetto? No e non lo diremmo nemmeno se lo fosse (per questo ci sono riviste ben più blasonate di noi) però vi diciamo che è un grande album di rock come capita ormai raramente di ascoltare, potrei dire a titolo personale di preferire il loro lato più hardcore ma sarebbe una considerazione che lascia il tempo che trova perchè è tutto il suo insieme che funziona e solo così può funzionare, a proposito, non ho menzionato la voce di Menapace (ma potrei dire anche l’alternanza delle voci soliste), intensa, personale e mai forzata; quello che vi consigliamo noi di Roots! è che se proprio volete farvi un regalo per natale questo Human Obsolescence è una buona cosa, almeno per questi tempi ma non solo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!