Roots! n.757 agosto 2023 Contrasto – Solo Per Te

Contrasto - Solo Per Te

Contrasto – Solo Per Te

(2023, autoprodotto/autofinanziato)

by Simone Rossetti

Come lo si può “raccontare” un album “bello”, vero, sincero senza scadere in una disarmante banalità da venditori pubblicitari?? Semplicemente raccontandovi di altro e lasciare che siano questa musica e soprattutto questi testi a parlare per noi (e precisiamo una causa persa in partenza, anzi, senza nemmeno una causa da perseguire di qualsiasi “colore” od intento si tratti perché semplicemente non ci interessa). “Ritrovare la fame e la sete di un tempo, ritrovare la rabbia il cemento, ritrovare la fame e la sete di un tempo, ritrovare il tuo incedere lento” (Armi E Bagagli)…..Ci ricordano gli Hüsker Dü, ci ricordano i Kina (e musicalmente abbiamo già detto tutto quanto c’era da dire), ci ricordano “altro”….Solo Per Te (ultimo lavoro dei Contrasto, Max “il turco” alla voce, Stiv al basso, Nik alla chitarra, Tejo alla batteria e Tommo alla chitarra….per il momento poi ci ritorneremo su) album che andrebbe “insegnato” (quindi anche da un punto di vista critico) nelle scuole di ogni grado per conoscenza ed a futura memoria di un fottuto presente, di un paese oramai assuefatto al nulla e di un futuro prossimo, temiamo, pessimo e già scritto. Storia, narrazione, rivendicazione di una propria consapevolezza “contro”, questi sono i Contrasto oggi così come lo erano in un lontano 1996 quando si formarono in quel di Cesena, qualche inevitabile cambio nella formazione ma la passione, la voglia di resistere ad un vuoto dilagante e mostruoso è rimasta intatta “La logica di un’emergenza infinita, oscura il lucido pensiero, esposti al virus più letale, l’obbedienza globale, generazioni rassegnate, martoriate da bombe e veleno, esperimento sociale, per un nuovo dominio digitale” (Nei Giorni Più Bui)…Le “tristemente bellissime” (concedetecelo ma siamo pur sempre pancia e budella) Solo Per TeCi restano questi giorni, e il tempo che verrà, ci restano questi sogni, a divorarci ancora, ci restano questi giorni, e il tempo che verrà” e Le Rivolte Di ModenaRespiro piano per non far rumore, in questa cella di merda, che mi soffoca mi stringe il cuore, mentre precipito solo, in questo caldo di maggio, su questo volo sospeso, in cerca di atterraggio” mentre Irriducibile sa di una resa dei conti, di sconfitta e speranza insieme “Di rabbia e fervore riempi(mi) questo cuore, torna a farmi respirare, di amore criminale, torna a farmi respirare”……Fermi, siete su Roots! dove a scanso di equivoci parliamo “solo” di musica, Roots! non è né vuol essere di “nessuna parte/colore/padrone”, è altro, ostinatamente altro (…”disfunzionalmente contro” e tali vogliamo restare)….I Contrasto sono storia (una storia, una parte) di questo disastrato e confuso paese, sono memoria, sono quell’ostinato resistere probabilmente “a perdere” ma quanto mai necessario (e qui ne sappiamo qualcosa), sono quella coscenza (ci verrebbe da dire “di lotta” perché lo è ma noi la vogliamo leggere in un contesto più ampio) oramai svenduta ai nuovi padroni (ad un Nuovo Ordine) in cambio di un quotidiano asettico sopravvivere…..”L’amore è uno stomaco in rivolta” ed è vero, è bello (non soffermatevi solo sui brani prendetevi del tempo per leggere anche un seguito). Da Roots! è tutto e come sempre buon ascolto (qui)….Vivete, amate, siate ed osate altro….condividete, non mollate.  

2 Risposte a “Roots! n.757 agosto 2023 Contrasto – Solo Per Te”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!